Cosa fate dopo aver letto un libro?

La lettura è una parte fondamentale nella formazione e l’aggiornamento del proprio lavoro. A volte fornisce spunti di riflessione su cose che non conosciamo, a volte mostra metodi diversi per fare cose che sappiamo già fare, a volte conferma cose che crediamo giuste o sbagliate. Ma quando è finita la lettura e siete arrivati all’ultima pagina, voi che fate?

Il contesto

Escludiamo dal contesto di riferimento i libri di narrativa, i libri di fantascienza, fantasy, romanzi, gli harmony e tutti quei libri che scegliamo per le emozioni che ci fanno vivere. Concentriamoci sui libri inerenti il tema del proprio lavoro. Parlo di quei libri che possono essere metodologici, estremamente tecnici, da un contesto ben definito fino ad un contesto più ampio che affronta con meno profondità. Tra gli obiettivi che do alla lettura ci sono:

  • ottenere insight per il futuro
  • capire qualcosa che mi serve oggi
  • dare profondità alla comprensione di qualcosa che per ora è solo superficiale
  • cercare un riscontro sul cosa/come sto facendo
  • sviluppare la capacità di comunicazione verso gli altri
  • trovare quello che mi piace e quello che non mi piace

Se per caso anche voi come me entrate nel loop della lettura, dove intendo da 4 libri all’anno in su (so di persone che si sono sparati anche 60 libri in un solo anno) inizierete a vivere quella sensazione di paura che le informazioni vi sfuggano dalle mani. Vi è capitato anche a voi? Proprio da quella paura nasce il desiderio di cercare di fissare quanti più contenuti a più alto valore. Ed ecco il tema del post: voi che metodo usate per fissare i concetti?

Quello che sto sperimentando

1) Scrittura sul libro

Armato di 1 matita e 3 colori evidenzio le parole, annoto cose intorno ai bordi della pagina e disegno simboli per marcare dei concetti tra loro (un po come i tag nei blog post).

IMG_20140430_144005

I pro di questo metodo sono l’annotazione just-in-time, la facilitazione alla ri-lettura veloce e la mappatura visiva di alcuni simboli a concetti. Soprattutto i simboli li ho sperimentati nell’ultimo libro e mi sono divertito tanto. Ho usato tipo:

  • Il triangolo come “Mi suona ma mi è poco chiaro, torniamoci dopo.”
  • La stella per un potenziale frase semplice, da twitter, per mappare un idea complessa ad una frase breve.
  • I numeri quando ad esempio è un elenco su più pagine e non voglio perdere il contesto (non sempre riportato in pagina).

Questo metodo l’ho ancora sperimentato poco, ma penso che lo utilizzerò per quasi tutti i prossimi libri a meno che non siano opere d’arte (vedi ad esempio questo http://commitment-thebook.com/).

2) Learning by Teaching

Il senso di responsabilità di passare i concetti a qualcun altro mi aiuta a focalizzarmi sulla archiviazione e formalizzazione dei contenuti.

Presentazione al Codemotion Roma 2014

Presentazione al Codemotion Roma 2014

Prima della presentazione avevo letto 3 libri ma preparare un ora in cui passare i contenuti mi ha “messo in merda”. Uso spesso questo stato d’animo per tirare fuori le p… gli attributi e mettermi giù a strutturare meglio i concetti tra loro. Flipchart per creare mindmap, fogli con schizzi e altro sono stati strategici per dare profondità allo studio.

Questo esperimento l’ho usato con il Codemotion 2014, ma è possibile anche in forma più piccola e semplice con il proprio team o con User Groups di riferimento.

Questo metodo non lo uso per ogni libro; per ora l’ho usato nei seguenti casi:

  • Il team di cui faccio parte può ottenere insight preziosi (a mio avviso)
  • se penso sia un contenuto da portare in una conferenza di valore, soprattutto se abbinato ad una esperienza lavorativa reale

E tu?

Quello che sto cercando è capire se esistano altri metodi sperimentati da altri per aumentare il ROI della lettura. Scrivere articoli su blog post, contattare l’autore, raccontarlo a un bambino….

Ecco un po di domande di spunto:

  • Tu che metodo usi per fissare i concetti?
  • Se hai più di un metodo che criterio utilizzi per sceglierne uno?
  • Hai avuto esperienze negative con un particolare metodo?
  • Conosci qualche libro che possa darmi strumenti alternativi per facilitare questa fase?

Foto in evidenza by https://www.flickr.com/photos/sobriquet/298634762

  • Francesco Fullone

    siccome non ho penne in bagno uso learning by teaching e learning by arguing against (che si traduce in: trova qualcuno che abbia letto il libro e che reputi più intelligente di te, cerca di smontargli i punti salienti del libro, non aver paura di “perdere” tanto lo fai per capire meglio)

    • fabiofabbrucci

      Figo l’adattamento del learning by teaching!!!
      Hai per caso altri metodi alternativi a questo? Ti ho visto prendere appunti all’ultimo agile day ma era per un talk …

  • Per la lettura tecnica uso il metodo SQ3R con alcune variazioni:
    – Survey: leggo l’indice bene per orientarmi nella materia, poi faccio una scan veloce del libro
    – Question: le annoto su un post-it che trascino fino alla fine del capitolo, cerco di rispondere a fine capitolo (timeboxato). Ho anche un post-it per le domande da fare a persone più esperte che vale fino a fine lettura.
    – Read: evidenzio con il giallo o l’azzurro. Con cerchi o rettangoli rossi a seconda dell’importanza. Preferisco sempre i testi in lingua originale se riesco a capirla senza troppo sforzo. Mi piace di più leggere sull’iPad che sulla carta.
    – Recite: uso le mind-map, sto imparando e mi piace, però non sempre è possibile se leggo fuori casa. Per il prossimo librò proverò a fare anche qualcosa con Lego Serious Playing.
    – Review: alla fine di tutto ripasso tutto il libro e mi copio i passaggi più importanti e i punti deboli su un doc su Google Drive, ne ho uno per libro letto. Cerco dei test o esercizi da fare, anche quelli del libro stesso che ho lasciato indietro. Cerco di essere più Test-Driven learning possibile. Intanto scrivo anche a persone che ne sanno più di me per capire cosa ne pensano e cosa hanno imparato loro; dopo (per non introdurre bias) dico io cosa loro ne penso.

    Dopodiché se ne ho la possibilità preparo un piccolo speech da fare in xpug oppure un workshop, prossimamente userà questo schema https://spark-public.s3.amazonaws.com/publicspeak/readings/Impromptu%20Speech%20Assignment%20Description.pdf (che viene da questo corso che ho seguito https://class.coursera.org/publicspeak-001/wiki/Lesson2)